Multimetri – Imparare la funzionalità

Tra i tanti strumenti di natura elettrica che possiamo usare è molto diffuso l’utilizzo del multimetro: ma come funziona, e a che serve? In poche parole tale strumento a forma di quadrante può essere usato per misurare i campi elettrici: di solito è venduto nella modalità di forma analogica o digitale, in base al modello preferito. Nella parte in cima del prodotto vi è una strumentazione di pannello in cui ci sono i comandi che possono anche diversi. Ci sono poi due boccole elettriche, che vanno connesse alle sonde di misura per fare le rilevazioni elettriche. In sintesi, dal tester vengono fuori dei cavetti di colore diversi, che terminano con un puntale a impugnatura isolata per le rilevazioni.

Questo portale tematico tratta approfonditamente l’argomento

Un multimetro è uno strumento che viene utilizzato per misurare la resistenza elettrica, la corrente, la tensione e qualsiasi combinazione delle tre. Anche se non gioca un ruolo molto grande nella riparazione domestica, molte persone trovano che utilizzano i multimetri su base giornaliera quando lavorano con l’elettronica, gli elettrodomestici, il cablaggio, ecc. Il motivo per cui gli strumenti digitali multimetro sono così popolari è perché sono più facili da usare rispetto ad altri tipi di multimetro, sono più precisi di altri, e sono molto più economici rispetto alla maggior parte degli altri multimetri. Ci sono due tipi principali di multimetri, analogici e digitali.

Un multimetro analogico misura la potenza o la tensione nei livelli di potenza, che possono essere letti sia da un ingresso negativo che positivo. I multimetri digitali, come suggerisce il loro nome, utilizzano tecniche di misura digitali per leggere i segnali. Molti multimetri digitali hanno costruito dei demodulatori, che permettono di sottrarre la corrente che passa attraverso i terminali del multimetro, e quindi di calcolare la tensione che viene fatta passare attraverso di essi. Questi tipi di multimetri sono particolarmente utili per testare i circuiti elettronici.

L’unico problema con gli strumenti digitali multimetro è che non forniscono lo stesso tipo di precisione di quelli analogici. I multimetri digitali richiedono una circuiteria per convertire le misure dall’ingresso all’uscita. Questa circuiteria è solitamente un IC come un transistor o un microchip. Può anche essere un amplificatore se si usa un trasformatore. Questa circuiteria rende il multimetro anche più sensibile alle variazioni dei campi magnetici, il che significa che potrebbe non essere così preciso quando si leggono i livelli di resistenza o le misure di corrente.